I vantaggi dello sviluppo low code

Feb 15, 2024 | Empowering skills

I vantaggi dello sviluppo low code sono molteplici, soprattutto in questi anni in cui eventi come la pandemia da COVID-19 hanno aumentato considerevolmente l’esigenza delle aziende di intraprendere un percorso di digitalizzazione.

Per molte aziende si è quindi reso necessario un percorso di transizione digitale che è passato (e sta passando) attraverso non solo l’implementazione di soluzioni tecnologiche, ma soprattutto attraverso l’aggiornamento delle skill interne.

In questo contesto, lo sviluppo low code consente alle imprese numerosi vantaggi, scopriamo quali.

Riduce la dipendenza dai dipartimenti IT

Anche in un contesto di sviluppo low code è sempre utile avere nel proprio team dei professionisti in grado di leggere e modificare il codice, possono infatti presentarsi svariate situazioni in cui è necessario un certo livello di esperienza informatica. Nonostante ciò è però innegabile che lo sviluppo low code semplifichi notevolmente alcune pratiche aziendali.

Soprattutto in un contesto come quello attuale, in cui non è sempre facile trovare competenze digitali, informatiche e tecnologiche vista la grande richiesta sul mercato, avere la possibilità di sviluppare soluzioni che non richiedano un vero e proprio reparto di developer risulta fondamentale.

Proprio grazie a questa versatilità e facilità d’uso, Gartner stima che il settore dello sviluppo low code sia un mercato che vare circa 14 miliardi di dollari.

Consente l’accesso a un’ampia gamma di usi applicativi

Quando le persone pensano al low code il pensiero va automaticamente allo sviluppo di applicazioni. In realtà il low code comprende anche integrazione, API, builder di applicazioni e molto altro. Le organizzazioni, ad esempio, possono integrare i propri sistemi di gestione dei servizi in modo più rapido e semplice con soluzioni di integrazione API che sfruttano tecnologie low-code.

Migliora le prestazioni del flusso di lavoro

Il low code non è solo uno strumento utile per lo sviluppo di soluzioni o la risoluzione di problemi. È infatti una metodologia di lavoro estremamente performante anche per la gestione e il mantenimento dell’infrastruttura e l’aspetto runtime del progetto.

Inoltre, semplifica l’amministrazione dei sistemi aziendali. È possibile ridurre la complessità che i lavoratori devono affrontare automatizzando i flussi di lavoro e consentendo loro di concentrarsi su compiti di maggior valore per l’azienda.

Velocizza lo sviluppo di app

La programmazione low code è rapida ed efficace, permettendo ai team IT tempi di consegna notevolmente più rapidi e un ritmo operativo molto superiore. Una velocità che si riflette anche in fase di sviluppo app, permettendo l’analisi e la scelta tra diverse soluzioni che permettono di affrontare uno specifico task.

Lo sviluppo low code dà quindi maggior margine di manovra e possibilità agli sviluppatori e, di conseguenza, all’azienda stessa.

Il low-code offre più funzionalità per le imprese componibili

Le piattaforme low-code possono fungere da catalizzatori per consentire alle aziende di sfruttare senza problemi una varietà di applicazioni e tecnologie che aiutano le aziende a ottenere un vantaggio competitivo. Questo paradigma viene spesso definito impresa componibile. Le aziende possono utilizzare le API per fornire soluzioni a una serie di sfide all’interno di un’impresa componibile. Ciò consente di creare un’unica architettura che facilita l’utilizzo delle applicazioni anziché l’esperienza frammentata che emergerebbe se fossero utilizzate tutte in compartimenti separati. Di conseguenza, potrebbero trarre vantaggio da processi più efficienti, con conseguente personale più felice e maggiore soddisfazione dei consumatori.